Storia

Storia

La LITD viene fondata da Secondo Lanzavecchia e da suo fratello Carlo nel 1947. Nasce come produttore di trafile in diamante. La prima sede era in centro a Torino in via Sant’Antonio da Padova. Nel dopoguerra la LITD procede bene ingrandendosi.

A metà degli anni 60 la LITD si trasferisce in una nuova sede più ampia e più industriale. L’attività continua a prosperare e il personale dipendente continua a crescere. Nel corso degli anni la richiesta di mercato ha fatto sì che venisse pian piano tralasciata l’attività di partenza per rivolgersi al mercato degli utensili in diamante per applicazioni metalmeccaniche quindi mole, utensili per ravvivatura ecc.

Ad inizio degli anni 80 viene progettato e attivato il primo impianto galvanico: la Litd entra nel settore dell’utensile elettrodeposto. Verso la fine degli anni 80 viene attivata una seconda sede per le lavorazioni meccaniche dove si eseguivano principalmente lavorazioni di metallo duro. Il parco macchine continua a crescere e negli anni 90 viene acquistata la prima sinterizzatrice sottovuoto a controllo numerico, vengono acquistati macchinari ad induzione per tempra e brasatura.

Negli anni 90 viene acquistata la prima affilatrice per utensili policristallini della Ewag. Nel frattempo si avvicenda la seconda generazione e subentra come amministratore il figlio di Carlo: Gerardo Lanzavecchia. L’azienda acquisisce importanza nazionale e diventa un riferimento per alcune tipologie di prodotti. Ad inizio degli anni 90 Gerardo viene affiancato dal figlio Andrea e successivamente dagli altri due figli Luca e Marco. 

Negli anni 90 la sede della produzione non era più sufficiente per cui nel 2000 la LITD trasloca nella nuova sede acquistando un capannone di circa 3000 m², tuttora sede della società. La clientela continua ad aumentare anche per le lavorazioni meccaniche conto terzi, vengono quindi acquistati un tornio autoapprendimento, un tornio CNC ed un centro di lavoro. Nel primo decennio del 2000 si consolidano le forniture del mercato estero.

Il fatturato cresce e nel 2014 viene retrofittata la prima sinterizzatrice oltre ad essere  acquistata una seconda. Viene anche conseguita la certificazione ISO.
La LITD è attrezzata  nel settore del collaudo essendo dotata di profilometro, rugosimetro, controllo tridimensionale, durometri e proiettore di profili.